Seleziona una pagina

Le varietà di cannabis contenenti il CBG, un nuovo cannabinoide scoperto da poco, sono tra le più recenti in ambito medico.
Scopriamo insieme cos’è il CBG e quali sono le sue proprietà terapeutiche.

cbg:il nuovo super canabinoide

 

L’evoluzione nella ricerca sulla cannabis terapeutica ha permesso di fare, negli ultimi anni, passi da giganti, specialmente dopo la legalizzazione a scopo medico.
Ci sono stati americani come il Colorado che ricevono una cosa come 10 milioni di dollari di finanziamenti pubblici solo per la ricerca, anche grazie a questo continuiamo a vedere un esponenziale aumento della conoscenza in questo ambito.
Più le restrizioni diminuiranno e più vedremo un vero progresso farmaceutico, proprio come sta accadendo proprio ora, in molti paesi del mondo.

Ora, i pazienti di cannabis terapeutica possono davvero acquistare vari ceppi di marijuana con livelli di cannabinoidi e terpeni specifici, atti a curare le loro condizioni mediche.

 

I cannabinoidi nascono tutti come CBG

 

La cannabis, come risaputo, contiene centinaia di cannabinoidi. Sono, tuttavia, collegati tra di loro da una sorta di albero genealogico, nel quale i più importanti (conosciuti fin’ora) provengono da un unico composto: Il CBGA.
Quando il CBGA viene sintetizzato durante la crescita delle piante, si vanno a formare il CBDA, THCA, CBCA, e CBG. Tutti a loro volta, una volta decarbossillati (resi attivi) si trasformano in CBD,THC,CBC e CBG.

Il Cannabigerolo (CBG) è un canabinoide minore, lo si trova durante le prime fasi del ciclo di crescita della pianta di canapa, ma lo si può estrarre solo nella fase di fioritura. Questo fattore fa si che sia difficile estrarne grandi quantità.
E’ stato scoperto essere presente in quantità maggiori all’interno delle piante di canapa industriale, rispetto ad altre varietà di cannabis. Alcune ricerche hanno dimostrato che esiste grazie ad un gene recessivo della pianta, cosa di cui i coltivatori hanno dovuto prendere atto.
Sfruttando questa informazione, i ricercatori sono riusciti a creare appositamente ceppi con un gene recessivo, che aumentasse i livelli di CBG nella pianta.

Nel 2015, i ricercatori che studiavano il CBG facendo test sui topi, hanno scoperto che aveva degli effetti neuroprotettivi nel trattamento della malattia di Huntington, oltre ad aver dimostrato risultati promettenti nel rallentare il cancro al colon.

I ceppi di cannabis al alto contenuto di CBG possono essere usati in maniera efficace anche come antidolorifici e antidepressivi.

I ricercatori sostengono che il CBG sarà usato anche per il trattamento della psoriasi, glaucoma, sclerosi multipla e malattie della pelle.

 

In che modo il CBG è efficace

Secondo un rapporto di Ethan B Russo, il CBG sarebbe efficace in una gamma di trattamenti e terapie che ha pubblicato sul British Journal of Pharmacology, tra cui troviamo:

  • Produce effetti antifungini
  • Inibisce la proliferazione dei cheratinociti – utile nel trattamento della psoriasi
  • In combinazione con il terpene Limonene, il CBG da risultati promettenti per combattere il cancro al seno
  • I cannabinoidi CBD e CBG, in versione pura, possono inibire notevolmente l’MRSA (Stafilococco aureo)

 

cbg:il nuovo super canabinoide

 

I pazienti di cannabis terapeutica stanno finalmente vedendo aumentare i benefici della legalizzazione dovuti al fatto che ora, in America, non c’è più scarsità del prodotto. Cosa che in Italia invece non sta succedendo, causa del proibizionismo serrato che continua a far parte del nostro paese.
In quei paesi in cui la cannabis terapeutica è accessibile in grandi quantità, si stanno svolgendo sempre più studi che permettono di scoprire ogni giorno nuove proprietà terapeutiche ed utilizzi, anche dovuti all’introduzione di nuove varietà sul mercato medico.

Team di chimici in California e Oregon hanno sviluppato test di laboratorio che stanno diventando un trend nel settore farmaceutico.
Questi test consentono ai pazienti di essere abbinati ad un ceppo di cannabis specifico, che si basa sul profilo dei cannabinoidi. Un profilo dei cannabinoidi consente ai pazienti di vedere la ripartizione dei cannabinoidi contenuti nella loro medicina con una percentuale esatta.

E’ questo fattore che ha portato all’interesse dei pazienti l’attenzione di cannabinoidi minori come il CBG.

 

Il CannaBiGerolo è in arrivo

Come dicevo prima, al momento non ci sono molte varietà di cannabis ad alto contenuto di CBG sul mercato, ma grazie a breeder come quelli della TGA Genetics, è stata creata la Mikey Kush.

Questa varietà di cannabis è a predominanza sativa, ha alti livelli di CBG e THC, registrati su campioni fino al 28,6%.

Le varietà di cannabis ad alto contenuto di CBG stanno diventando sempre più disponibili in Europa e molto probabilmente cominceranno presto ad essere vendute nei dispensari in Nord America. La ricerca continuerà sicuramente, e con l’aumentare dell’interesse pubblico, i coltivatori saranno sempre più incoraggiati a produrre ceppi ad alto contenuto di CBG.
Al momento esiste anche una compressa che contiene CBG isolato, prodotta dall’azienda LEBEL, si chiama Tablingual LEVEL Calm CBG, ovviamente non disponibile in Italia, ma solo in America.

cbg:il nuovo super canabinoide

 

Il progresso relativo alla scoperta del CBG, consentirà ai coltivatori di produrre varietà di cannabis al alto contenuto sia di CBG che di CBD. Questo rappresenterà una frontiera completamente nuova nel campo della cannabis terapeutica.
In questo senso il futuro sembra offrire ottime prospettive, e sia ricercatori che coltivatori sembrano particolarmente ottimisti riguardo alle nuove varietà di cannabis CBG.

Riportando le parole di un articolo pubblicato su CDXLife:

“Sia che venga incorporato nella terapia tramite cannabis terapeutica, sia che venga usato in olio, il CBG offre enormi vantaggi ai pazienti che stanno combattendo una vasta gamma di malattie”

 

Vi è mai capitato di provare varietà di cannabis ad alto livello di CBG?
Fatemelo sapere nei commenti o sui nostri social: CbWeed shop – Modena.

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto, potrebbe interessarti anche:

 

 

[Articolo scritto da Giacomo, CbWeed shop Modena]

[Questo articolo (come tutti gli altri in questo blog) è a solo scopo informativo, non intende in alcun modo incitare all’uso di sostanze stupefacenti. L’azienda non è responsabile dell’utilizzo che l’utente finale farà di queste informazioni ne della loro divulgazione attraverso canali che non sono strettamente legati al negozio CbWeed Shop – Modena .
La cannabis in Italia è legale solo sotto prescrizione medica – il THC è nella tabella delle sostanze considerate droganti.]