Seleziona una pagina

I consumatori di cannabis da tutto il mondo avranno sicuramente notato l’esistenza di questi cristalli di CBD.
Pochi però sanno come sono fatti e in quale modo si usano.

Se volete capirlo, continuate a leggere !

cbd cristalli

C’è un nuovo trend nel mondo della cannabis: il CBD isolato in cristalli.
Il CBD (cannabidiolo) è un componente attivo non-psicotropo della cannabis, e infatti si può affermare con certezza che non “sballa” in alcun modo. Questo non significa che non abbia alcun effetto. Il CBD è conosciuto per le sue proprietà ansiolitiche, anti stress, antinfiammatorie, rilassanti e molto altro ancora.
Studi recenti hanno anche dimostrato la sua incredibile efficacia nel trattamento delle crisi epilettiche.

In quei paesi dove il CBD viene legalmente venduto, sta comparendo sugli scaffali dei negozi un prodotto molto particolare: i cristalli di CBD isolato.

 

Cristalli di CBD: cosa sono?

I cristalli di CBD sono un estrazione purificata di questo componente della cannabis, nello specifico è CBD puro. Generalmente, le estrazioni di cannabinoidi contengono anche altre molecole della pianta, inclusi altri cannabinoidi simili al CBD, e i terpeni.
I terpeni sono le molecole responsabili degli aromi così particolari della pianta di cannabis.

Essendo i cristalli di CBD un prodotto completamente isolato, sono fatti da CBD nella sua forma più pura: senza terpeni, cannabinoidi o altre molecole.

Generalmente contengono un ammontare di CBD tra il 98% e il 99%.
Prodotti simili sono stati creati anche isolando completamente altre molecole, come il THC.

Ci sono molti vantaggi nell’utilizzo di questi cristalli. Dal momento che contengono solo CBD e nient’altro, sono molto facili da dosare. Infatti puoi calibrare la dose da assumere semplicemente basandoti sul loro peso in milligrammi(attraverso una bilancia di precisione).

A differenza dell’olio al CBD, (che contiene CBD espresso in percentuale) con i cristalli, se avessi la necessità di assumere esattamente 10 mg di CBD, ti basterebbe pesarli su una bilancia e sapresti di aver assunto esattamente quella dose.

 

Modi per utilizzare i cristalli di CBD

Siete curiosi di come poterli utilizzare? Ecco cinque modi in cui viene generalmente usato il CBD isolato in cristalli

 

1- Alimenti alla cannabis (edibili)

 

Uno dei modi più semplici per utilizzare i cristalli di CBD è di usarli come aggiunta negli alimenti. Possono essere dissolti nei cibi ricchi di grassi come il burro, latte di cocco e oli vari. Dopo averli sciolti negli alimenti grassi, possiamo usare queste preparazioni come aggiunta in altre ricette.
Per esempio, se sciogliamo 10 mg di CBD in cristalli in 2 cucchiai di olio di oliva, possiamo poi usare quell’olio per condire un piatto di pasta, e il gioco è fatto.

Questo rende i cristalli di CBD moto più semplici da utilizzare nelle preparazioni alimentari se li confrontiamo alle infiorescenze di canapa legale, anche loro naturalmente ricche di CBD.

Volete aggiungerli ad una tisana? Provate a scioglierli in un cucchiaino di latte caldo, poi mescolatelo alla tisana e vedrete che risultato !

 

2- Dabbing

cbd cristalli

 

Cosa vuol dire “dabbing”?
“Dabbing” è un termine usato per descrivere il processo di riscaldamento dei concentrati di cannabis, su una superficie calda, al fine di inalarne i fumi che ne derivano. Si fa attraverso un apposito strumento, simile ad un bong ma più piccolo.
I concentrati usati per questa pratica sono spesso chiamati “dabs”.

I “dabs” sono forme di cannabis concentrate, proprio come i cristalli di CBD, che si prestano perfettamente a questo utilizzo.

Quindi, stai cercando una dose veloce di CBD? Eccola qua !

I cristalli di CBD possono essere vaporizzati proprio come ogni altro estratto concentrato della cannabis, con la differenza che, essendo cristalli di cannabidiolo, questi ultimi non sballeranno in alcun modo, non avendo alcun effetto psicotropo.
Al contrario, vi daranno una notevole carica energetica.

NB: Il dabbing è raccomandato solo per chi ha esperienza con questo tipo di pratica, che è comunque una variante del classico “fumare”.

 

3- Cura della pelle fai da te

 

Essendo il CBD un potente antiossidante, è un ottimo trattamento per la pelle. Il CBD isolato può essere sciolto in “grassi vettore” come l’olio di cocco, burro di karitè, burro cacao, olio di oliva o altri oli che vi piacciono, mirati alla cura della pelle.
Questi oli possono essere applicati a livello topico, quindi direttamente sulla pelle come lozioni o sieri.

 

4- Tintura in olio (MCT o di oliva)

cbd cristalli

 

Un altro modo di usare i cristalli di CBD isolato, è di dissolverli in un olio al fine di ottenerne una tintura.
L’olio MCT e l’olio di oliva sono due prodotti ottimi per questo tipo di tinture. Dopo avere disciolto i cristalli in questi oli, potete semplicemente metterli in un flacone con contagocce e conservarli in luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce del sole.

Le tinture si assumono in modo simile all’olio di CBD. Si dissolvono in acqua o succo di frutta un tot di gocce (da 10 a 50) al fine di bere il preparato e goderne gli effetti benefici.

 

5- CBD in cristalli negli E-liquid (per sigaretta elettronica)

 

I cristalli di CBD possono essere usati per creare liquidi fai-da-te per sigarette elettroniche.

Per fare ciò, bisogna sciogliere fino a 200 mg di cristalli di CBD in 10 mg di e-liquid (i classici liquidi per sigarette elettroniche che si comprano nei negozi specializzati).
Per far si che i cristalli si sciolgano nel liquido, bisogna scaldarlo fino a 60° celsius (140° Fahrenheit) per poi mescolare il tutto fino ad ottenere un liquido omogeneo.

 

Nota: Le informazioni in questo articolo sono solo a scopo informativo, non devono essere utilizzate al fine di sostituire trattamenti medici. Ascolta sempre il tuo corpo, in casi di patologie cliniche è sempre raccomandato rivolgersi ad un medico.

 

 

Tu hai sperimentato altri modi di utilizzare i cristalli di CBD? Faccelo sapere nei commenti o sui nostri social : CbWeed shop – Modena

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto, potrebbe interessarti anche :

 

 

 

[ Articolo in lingua originale scritto da Anna Wilcox, consultabile a questo link. Tradotto e riadattato da Giacomo, CbWeed shop Modena ]

 

 

 

[Questo articolo (come tutti gli altri in questo blog) è a solo scopo informativo, non intende in alcun modo incitare all’uso di sostanze stupefacenti. L’azienda non è responsabile dell’utilizzo che l’utente finale farà di queste informazioni ne della loro divulgazione attraverso canali che non sono strettamente legati al negozio CbWeed Shop – Modena .
La cannabis in Italia è legale solo sotto prescrizione medica e il THC è nella tabella delle sostanze considerate droganti.]