Seleziona una pagina

Se state cercando una varietà di cannabis che dia un effetto allegro, ricco di energia sociale e motivazionale, allora non dovrete cercare altro che la White Widow!
Questa varietà è una delle preferite dei fan della cannabis da sempre, e si è davvero guadagnata la sua incredibile stima in tutto il mondo.
Ha un sapore particolare, con note di pesca, Skunk, frutta e spezie, oltre ad un effetto profondamente rilassante ma non sedante.
Si presta perfettamente all’utilizzo mattutino.

cannabis white widow

[ In ogni articolo che descriva la storia e le caratteristiche di una genetica di canapa, all’interno di questo blog, si farà sempre riferimento alla versione tradizionale. La cannabis light, per quanto riporti caratteristiche del tutto simili, non può essere oggetto di un articolo in cui si parla della storia di una pianta/ varietà, in quanto è un prodotto molto recente. Verranno fatti riferimenti specifici alla versione light in alcuni punti dell’articolo ]

cannabis white widow

 

Se esiste una varietà di cannabis il quale nome si è sparso in ogni meandro della terra, senza tregua e senza sosta, attraverso la bocca di chiunque, ma di cui ancora nessuno si è stufato di parlare, quella è sicuramente la White Widow.

In effetti è abbastanza ovvio il motivo per cui veterani, neofiti, pazienti di cannabis terapeutica e consumatori occasionali non riescono a smettere di parlare di lei, nemmeno dopo due decadi.
In realtà, se non fosse per la nostra amata “Vedova Bianca” non avremmo mai sentito nemmeno parlare di altre varietà leggendarie come la White Russian, Blue Widow e Black Widow.

La White Widow è una varietà euforica, decisamente stimolante, che rende la realtà in cui vivi, completamente migliorata!

A mio modesto parere, è una varietà di cannabis alla quale dovremmo tutti essere grati per aver reso il mondo dell’erba un posto migliore: un posto pieno di buone vibrazioni, potenti effetti terapeutici, e risate in compagnia di amici.

 

E’ stata vincitrice della High Times Cup del 1995, l’anno in cui è ufficialmente entrata sul mercato. E’ largamente riconosciuta come una delle varietà di cannabis più popolari del mondo. Geneticamente parlando, è un ibrido a leggera predominanza Indica, parliamo di 60% Indica e 40% Sativa.

La sua predominanza Indica potrebbe farvi pensare erroneamente. Infatti il suo effetto non è il tipico delle piante Indica, ovvero sedativo, letargico e pesante come si potrebbe giustamente immaginare.

L’effetto unico e caratteristico della White Widow, invece, è allegro e affascinante. Rilassa il vostro corpo senza che la mente voglia addormentarsi.

 

Questa incredibile varietà, è stata ibridata in origine dalla celebre Green House Seeds, in Olanda, negli anni 90. Immediatamente dopo ha cominciato a fare il suo meritato successo diventando famosa in tutta Europa oltre che un must in ogni menù dei coffee shop di Amsterdam.

Le piante madri della White Widow danno un’idea molto chiara del perché questa varietà da un’energia così equilibrata. Discende da piante storiche di eredità Sudamericana (Sativa) e dell’India meridionale (Indica).

Poiché entrambi i genitori sono classificati come varietà autoctone, era scontato che la White Widow si sarebbe poi rivelata una varietà molto forte e geneticamente invidiabile, con effetti potenti dall’incredibile efficacia terapeutica.

Ovviamente la White Widow è diventata famosa anche per la sua grande produzione di resina. Registra con regolarità, livelli di THC compresi tra il 20% e il 25%, con un fiore che ha moltissime proprietà terapeutiche.

Sotto ogni aspetto, la cannabis White Widow potrebbe essere considerata una varietà “perfetta”. Agli occhi di un veterano della cannabis, poche varietà possono reggere il paragone.

 

White Widow: Aroma, Sapore e aspetto estetico

Chi usa regolarmente la White Widow, descrive il suo aroma come “pungente e Skunk”, con un sofisticato accenno di spezie, canapa e bacche. In effetti l’aroma di questa varietà è così particolare da poter essere riconosciuto dai più esperti anche a metri di distanza.

 

Tienilo bene in mente, perché se vorrai fumare qualcosa in modo discreto, questa è senza dubbio una varietà di cannabis da evitare!

Il profumo invadente e caratteristico della White Widow è così forte che non mi stupirei se qualcuno lo sentisse sott’acqua.

Alcuni lotti di White Widow hanno un gusto particolarmente fruttato o speziato, come se aveste appena addentato una pesca matura mescolata con spezie come noce moscata o cannella.

Per quanto riguarda l’aspetto estetico, è carica di cristalli “ghiacciati” e luminosi che brillano nel momento in cui sono esposti ad una fonte di luce. Al di sotto del primo strato così “nevoso” si trovano grossi boccioli verde chiaro uno sopra l’altro, pronti ad essere tritati. Oltre a questo, ovviamente, ci sono i suoi pistilli arricciati arancione chiaro che la rendono ancora più invitante. A mio avviso ci sono davvero poche varietà che possono tenerle testa, anche solamente sul piano estetico.

 

White Widow: info per la coltivazione

La White Widow, può essere considerata come una “sopravvissuta”. Questo al rende perfetta per essere coltivata anche da chi non ha un eccessiva esperienza nel campo.

E’ piuttosto resistente alle muffe, agli insetti infestanti e anche ai climi freddi, motivo per cui, se coltivata correttamente può crescere facilmente senza troppi problemi (ovviamente devono essere rispettati i criteri di base per la sua sopravvivenza).

La White Widow è stata originariamente ideata per essere coltivata indoor, ma chi ha la fortuna di abitare in una zona in cui il sole non manca, potrà ottenere ottimi risultati anche coltivandola all’aperto.

Ha un periodo di fioritura di circa 8 settimane, ma può essere prolungato anche a 10 per ottenere dei fiori densi di resina che le daranno il suo caratteristico aspetto “innevato”.

Se deciderete di estendere il periodo di fioritura a 10 settimane invece che a 8,coltivando indoor, è consigliabile sottoporre la pianta a stress, accorciando il ciclo di luce ad 8 ore invece che 12. Questo procedimento farà si che si generi molta più resina (e anche più THC 🙂 ). Diventerà alta circa 1 metro se coltivata indoor e raggiungerà un altezza molto più elevata (ma variabile) se coltivata outdoor.

Se coltivata indoor, darà la massima resa utilizzando il metodo Sea Of Green (spiego in modo specifico come fare in questo articolo). Che sia coltivata in terra, in idroponica o in qualsiasi altro sistema, non avrà particolari difficoltà a crescere come si deve.

Indoor ha una resa (media) di 550 / 1000 grammi per metro quadro. Piuttosto nella media se paragonata alle altre varietà di questo tipo. Se deciderete di coltivarla all’aperto, fate in modo che riceva una buona dose di calore e sole, ad una temperatura ideale che sia tra i 20° e i 25°.

Anche se, come dicevo prima, è ben resistente anche ad un clima freddo, questo non significa che le piaccia .
E’ comunque sempre preferibile un clima caldo.
Coltivata all’aperto produce mediamente dai 600 ai 750 grammi per pianta, a volte anche di più. Il periodo ideale per raccogliere, è fine ottobre.

Come dicevo, è una pianta piuttosto semplice da coltivare, anche per un coltivatore alle prime armi non dovrebbero esserci grossi problemi. Se invece siete degli esperti potrete sicuramente aspettarvi grandi risultati da questa varietà di cannabis.

 

White Widow: Effetto psicotropo

La White Widow raggiunge livelli di THC impressionanti, fino al 20-25%, cosa che la render una delle varietà di cannabis più forti al mondo insieme ad altre leggende come l’AK47 e l’Afghan Kush.

Questa varietà vi farà sentire energici e rilassati allo stesso tempo, in uno stato euforico ma controllato.

Il suo effetto è dovuto alla sua grande produzione di resina, che le conferisce la capacità di produrre grandi quantità di cannabinoidi e terpeni.

Verrete stimolati, e verrà aumentata notevolmente la anche vostra creatività. Il suo effetto rende “chiacchieroni” e stimola quei tipici discorsi filosofici che si fanno sotto effetto di cannabis, promuovendo una comunicazione naturale e semplice.

E’ una varietà di cannabis ideale per chi cerca un effetto energico e non sedativo, per chi voglia essere allo stesso tempo rilassato e iper-consapevole.

 

White Widow: proprietà terapeutiche

Sebbene sia stata utilizzata per il trattamento di moltissime condizioni mediche, pare che sia particolarmente indicata per le persone che soffrono di :

  • Depressione
  • Ansia
  • Stress
  • Stress post traumatico
  • Dolore cronico

 

Per coloro che soffrono di queste condizioni, una dose da piccola a media di questa varietà di cannabis è la cosa migliore, soprattutto perché un consumo eccessivo, potrebbe far vivere a chi soffre di malattie mentali, stati paranoici.

In queste circostanze, è fondamentale riconoscere i propri limiti con la cannabis, e attenersi ad un dosaggio modesto, così da non peggiorare la situazione.
Per quelli che soffrono di dolore cronico sarà necessaria una dose maggiore. Per questo motivo vengono generalmente usati oli concentrati, edibili, o tinture.

 

Possibili effetti indesiderati

Gli effetti collaterali più frequentemente documentati dai consumatori di White Widow sono.. indovinate un pò: bocca asciutta e lievi mal di testa.

Occasionalmente sono stati documentati anche casi di secchezza degli occhi, risolvibili con colliri idratanti.

 

Considerazioni finali

Mi auguro che vi siate divertiti leggendo questa strain review della cannabis White Widow, e che oltre a questo la abbiate trovata educativa e utile. Questa varietà di cannabis è davvero iconica nel suo settore, e se siete appassionati di marijuana (che sia uso medico, ludico o occasionale) non potete proprio perdervela !

A causa dell’altissima richiesta di questa varietà, è trovabile praticamente ovunque – nei paesi in cui la cannabis è legale (nei dispensari o nei coffeeshop).

 

 

Cannabis light White Whidow CBD – CbWeed

cannabis white widow

La cannabis light White Widow CBD di CbWeed è disponibile in formato da 2 o 5 grammi, è un prodotto ad alto contenuto di CBD – THC inferiore ai limiti di legge.

E’ un’infiorescenza tanto particolare quanto complessa, capace di essere apprezzata anche dai più esperti: il suo è un ibrido a predominanza sativa, ma con una struttura del fiore tipica dell’indica. I profumi sono intensamente agrumati (cedro e limone) e le tonalità sono estive e fresche. A darle ulteriore carattere è un retrogusto di incenso, legno e pino.
All’occhio presenta fiori compatti e densi dalla forma tondeggiante, dimensioni regolari, colorazione verde chiaro e ricoperti di resina.

Potete acquistarla nel nostro negozio a Modena, in Viale Carlo Sigonio 129, oppure sul nostro e-commerce a questi link:

Busta da 2 grammi / Busta da 5 grammi

 

 

A voi è già capitato di provarla(tradizionale o CBD)? Come l’avete trovata?
Fatemelo sapere nei commenti o sui nostri social: CbWeed Shop – Modena

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto, potrebbe interessarti anche:

 

 

 

[ Articolo scritto da Giacomo, CbWeed shop – Modena. Fonti ]

 

[Questo articolo (come tutti gli altri in questo blog) è a solo scopo informativo, non intende in alcun modo incitare all’uso di sostanze stupefacenti. L’azienda non è responsabile dell’utilizzo che l’utente finale farà di queste informazioni ne della loro divulgazione attraverso canali che non sono strettamente legati al negozio CbWeed Shop – Modena .
La cannabis in Italia è legale solo sotto prescrizione medica e il THC è nella tabella delle sostanze considerate droganti.]